ITA
Gaetano Paraggio, classe 1964, si diploma all’Istituto Statale d’Arte di Salerno nel 1984.
Per Gaetano Paraggio la fotografia è un modo di guardare ciò che lo circonda, per comprenderne il paesaggio e misurarne la bellezza, ma anche di leggerne le fragilità e le contraddizioni.
È ancora un tentativo di comprensione del suo stesso stare al mondo, un camminare attraverso spazi diversi all’interno dei quali la distanza concettuale dal soggetto ripreso trova corrispondenza nella ripetizione in serie di prospetti di case e palazzi, aiuole di verde pubblico, arredi urbani, habitat naturali.
Il suo sguardo sul paesaggio ci restituisce un luogo indefinito, raggiunto ma non fermato, un tentativo di comprensione reciproca tra il fotografo e quello che lo circonda.

Progetti
2011/2013 - ideatore e curatore del concorso EXAREA dedicato alle aree dismesse.
2013 - Pubblicazione del libro autoprodotto "Siamo al palo".
2014 - Selezionato per il progetto editoriale "Questo Paese" curato da Fulvio Bortolozzo del gruppo facebook We Do The Rest.
2015 - pubblicazione del libro autoprodotto "Luoghi e Superfici".

Esposizioni
Aprile 2012 - "Declinazioni Periferiche" di Gaetano Paraggio e Salvatore Lembo
Complesso ex tabacchificio Centola, Pontecagnano (SA)
Giugno/settembre 2014 - Colletiva "Questo Paese" curata da Fulvio Bortolozzo per Corigliano Calabro Fotografia

Corigliano Calabro, Castello Ducale.
Giugno 2014 - Presente nell'esposizione collettiva "Ibridi Fogli" con il libro "Siamo al palo", curata da Antonio Baglivo e Vito Pinto,

Pinacoteca Provinciale di Salerno.
Luglio/settembre 2014 - Colletiva "La Terra dei Miti" curata da PHOTOARTCOMMUNITY Associazione Culturale Carmine Pandolfi

Agropoli (SA), Castello Aragonese.
Maggio/Giugno 2015 - Presente nell'esposizione collettiva "Ibridi & Simili" con il libro "Luoghi e Superfici", curata da Antonio Baglivo e Vito Pinto,
Biblioteca Provinciale di Salerno.

EN
Gaetano Paraggio, born in 1964, graduated from the Salerno State Institute of Art in 1984.For Gaetano Paraggio photography is a way of looking at what surrounds it, to understand its landscape and measure its beauty, but also to read its fragility and contradictions.
It is still an attempt to understand his own being in the world, walking through different spaces within which the conceptual distance from the resumed subject finds correspondence in the repetition in series of elevations of houses and buildings, flowerbeds of public green, urban furniture, natural habitats.His gaze on the landscape gives us back an indefinite place, reached but not stopped, an attempt at mutual understanding between the photographer and his surroundings.


Projects
2011/2013 - creator and curator of the photo contest EXAREA dedicated to brownfield sites.

2013 - Publication of the book self-produced "Siamo al palo"

2014 - Selected for the publishing project "Questo Paese" edited by Fulvio Bortolozzo on the facebook group We Do The Rest.
2015 - Publication of the book self-produced "Luoghi e Superfici".

Exhibitions
April 2012 - Declinazioni Periferiche by Paraggio Gaetano and Salvatore Lembo

Complesso ex tabacchificio Centola, Pontecagnano (SA) Italy
June / September 2014 - Collective "Questo Paese" curated by Fulvio Bortolozzo for Corigliano Calabro Photography
Corigliano Calabro (CS) Italy, Castello Ducale.
June 2014 - Present in the collective "Ibridi Fogli" with the book "Siamo al palo", curated by Antonio Baglivo

Pinacoteca Provinciale di Salerno, Italy.
July / September 2014 - Collective "La terra dei miti" curated by PHOTOARTCOMMUNITY Cultural Association Carmine Pandolfi

Agropoli (SA), Castello Aragonese.

May/June 2015 - Present in the collective "Ibridi & Simili" with the book "Luoghi e Superfici", curated by Antonio Baglivo e Vito Pinto,

Pinacoteca Provinciale di Salerno, Italy.

email

info@gaetanoparaggio.comprivacy

social

me on Facebook me on Instagram

loading